I Cantieri teatrali

I cantieri teatrali sono grandi eventi teatrali estivi. TERRACT ne prevede 2 e includono, ognuno, 3 settimane intensive di formazione e spettacoli itineranti che si svolgono sia in Francia che in Italia, all’interno del area ALCOTRA, nei seguenti periodi:

  • ESTATE 2019
  • ESTATE 2020

I cantieri teatrali sono gestiti e condotti da attori professionisti, dagli apripista/éclaireurs e da esperti tematici. Prevedono il coinvolgimento, per ogni cantiere teatrale, di 60 giovani di età compresa tra i 14 e i 25 anni (30 francesi e 30 italiani) interessati alle arti performative e al loro uso per la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale del territorio locale.
Sono inclusi all’interno del percorso di formazione degli apripista e costituiscono un ambito di consolidamento delle competenze acquisite nel corso dei laboratori formativi. Per gli altri giovani partecipanti si configurano invece come spazi e momenti di sperimentazione artistica e culturale.

Oltre ai docenti del percorso di formazione, agli apripista e ai giovani partecipanti, sono coinvolti nella fase di realizzazione dei cantieri teatrali anche:
- esperti in qualità di docenti;
- comunità locali in quanto depositarie di conoscenze sul patrimonio naturale e culturale;
- enti e soggetti gestori del patrimonio naturale e culturale.

Organizzazione dei cantieri teatrali

I cantieri si caratterizzano per l'uso della metodologia di Teatro Sociale di Comunità e per la commistione di educazione formale e non formale. Possiedono inoltre le 3 seguenti caratteristiche:

  • Dimensione residenziale collettiva
    i due cantieri teatrali avranno una natura residenziale (10 giorni di campus nello stesso luogo, in Italia il primo anno e in Francia il secondo) che renderà l’esperienza per i giovani partecipanti stimolante, intensa ed emotivamente coinvolgente. I giovani vengono coinvolti in attività di avvicinamento alla drammaturgia, alla narrazione, al teatro e al tema specifico “natura e società”. Potranno scegliere di collaborare alla realizzazione dello spettacolo, alla costruzione delle scenografie o alla promozione e organizzazione dell'evento. 
  • Dimensione itinerante
    Al termine dei 10 giorni residenziali i giovani, divisi in due gruppi, intraprendono un percorso itinerante di altri 10 giorni che li porta a presentare, nelle comunità in cui faranno tappa, il lavoro di narrazione a cui avranno contribuito durante il lavoro residenziale.
    Divisi in due gruppi (uno coordinato dai partner italiani e uno dal partner francese), intraprendono un cammino alla scoperta del patrimonio naturale e culturale e delle comunità locali. I due gruppi percorrono due itinerari diversi (uno partendo da Cuneo e uno da Nizza) che convergono in un luogo unico in cui si chiuderà l’esperienza del cantiere con un evento finale.

  • Dimensione pratica
    I giovani che partecipano ai cantieri teatrali vengono coinvolti concretamente, dagli apripista/éclaireurs supportati dai formatori, nel percorso di costruzione della narrazione teatrale (scenografie, costumi, logistica, ecc.) e nel coinvolgimento delle comunità.