Festa di comunità a Breil con Irene Piccolo e gli IN.CON.TRA.DA

12 gennaio 2019

> dalle 19.00, cena condivisa
(sala comunale A Ca d'Breï)
> dalle 20.30, concerto
(Salle Sainte Catherine)

> FLYER


Sabato 12 gennaio, Breil – sur – Roya sarà il teatro di una festa di comunità che vedrà danzatori e suonatori dal Sud e Nord Italia ballare insieme ai cittadini. Ospiti della serata saranno, oltre al coro di Saorge, la danzatrice Irene Piccolo insieme al Collettivo musicale In.Con.Tra.Da, che riproporranno danze popolari tipiche del Sud Italia e dell’intero bacino Mediterraneo.

 

La serata inizia alle 19.00 presso la sala comunale A Ca d'Breï, con una cena condivisa in cui ognuno contribuisce con un piatto. Quindi, alle 20.30, ci si sposterà nella vicina Salle Sainte Catherine, dove avrà luogo il concerto, aperto dal coro di Saorge.


Nata a Torino da padre calabrese e madre siciliana, Irene Piccolo si stabilisce a Nizza e poi a Saorge dove apprende i baleti (le danze patrimonio della valle) e insegna danze del Sud Italia. Quello che la danzatrice e il Collettivo propongono il 12 gennaio è un momento di festa e spettacolo legato alle danze popolari del Mezzogiorno ma anche a quelle locali della Val Roya, per promuovere i balli tradizionali come elemento di aggregazione.

Reportage e foto del primo weekend formativo a Gaiola

Il primo appuntamento formativo di TERRACT ha coinvolto 30 ragazzi italiani e francesi e 5 formatori in 4 giornate tra Gaiola e Torino, dove si è tenuta la conferenza internazionale Arte e Comunità.

Perchè Gaiola? Quali ricadute sul territorio?
La scelta di cambiare sede e stato (Italia o Francia) per ogni appuntamento formativo è stata fatta nell'ottica di far conoscere agli apripista (i ragazzi in formazione) il territorio in cui il progetto TERRACT opera e di creare scambi e nuove reti con le regioni alpine tra Cuneo e Nizza.

Gaiola è uno dei pochi paesi di Bassa Valle del territorio; è facilmente raggiungibile dai diversi punti del Piemonte, della Lombardia e della Costa Azzurra. A Gaiola il sindaco ha mostrato fin da subito interesse per il progetto e ha segnalato lo spazio dove avrebbe potuto svolgersi il workshop, una sala comunale messa a disposizione del territorio.

Si è cercato di programmare la formazione in modo da avere ricadute sulla comunità locale: la struttura dove alloggiavano gli apripista è gestita da una cooperativa di giovani locali e i pasti sono stati forniti dalla gastronomia del paese, a gestione familiare. Sono stati coinvolti anche il bar e la panetteria del paese per le colazioni e, per le cene, un piccolo Home Restaurant gestito da una Azienda Agricola locale a km0.

Quale progressione didattica è stata seguita durante la formazione?

  • IMG 0082
  • IMG 9310
  • IMG 9320
  • IMG 9331
  • IMG 9335
  • IMG 9358
  • IMG 9362
  • IMG 9365
  • IMG 9384
  • IMG 9388
  • IMG 9389
  • IMG 9398
  • IMG 9401
  • IMG 9405
  • IMG 9432
  • IMG 9436
  • IMG 9438
  • IMG 9441
  • IMG 9443
  • IMG 9452
  • IMG 9460
  • IMG 9469
  • IMG 9477
  • IMG 9513
  • IMG 9516
  • IMG 9521
  • IMG 9523
  • IMG 9563
  • IMG 9576
  • IMG 9580
  • IMG 9586
  • IMG 9595
  • IMG 9601
  • IMG 9608
  • IMG 9610
  • IMG 9628
  • IMG 9629
  • IMG 9647
  • IMG 9649
  • IMG 9651
  • IMG 9673
  • IMG 9685
  • IMG 9690
  • IMG 9695
  • IMG 9701
  • IMG 9705
  • IMG 9711
  • IMG 9715
  • IMG 9737
  • IMG 9769
  • IMG 9771
  • IMG 9823
  • IMG 9844
  • IMG 9853
  • IMG 9856
  • IMG 9863
  • IMG 9884

Il primo giorno la formazione di Teatro Sociale e di Comunità si è incentrata sulla costruzione del gruppo: da esercizi di ascolto corporeo individuali e a coppie, si è passati ad esercizi in cerchio che coinvolgevano l'intero gruppo e avevano l'obiettivo di facilitare in modo ludico la conoscenza reciproca degli apripista. Per rafforzare la fiducia tra i membri del gruppo, sono stati proposti esercizi "a specchio" (a coppie, ognuno doveva imitare il movimento del compagno come fosse uno specchio) e di guida cieca (a coppie, il primo compagno guidava il secondo, ad occhi chiusi, facendogli compiere un vero e proprio viaggio spaziale e immaginario allo stesso tempo).  Infine, un'esercizio che prevede il lancio di bastoni (manici di scopa) e può esser svolto in cerchio o in piccoli gruppi, ha permesso di allenare contemporaneamente l'ascolto e la fiducia.


Il secondo giorno si è insistito maggiormente, attraverso esercizi che abbinavano suoni e voci al movimento nello spazio, sul concetto di non giudicarsi, come preparazione al successivo lavoro di improvvisazione a gruppi (tableaux vivants, macchine ritmiche) e sulla capacità di creare un oggetto teatrale in gruppo a seconda degli spunti dei conduttori (creazione di scene da parte di un gruppo diretto da un altro gruppo di compagni in veste di registi, e creazione di una torre fatta di giornali da descrivere ai compagni in modo teatrale).

IL terzo giorno gli apripista hanno assistito a diversi format europei di TSC durante la conferenza Arte e Comunità a Torino, e ascoltato la presentazione di progetti internazionali di valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico locale.

L'ultimo giorno, infine, è stato dedicato ad un'attività di rielaborazione di contenuti dell'intero workshop. 

Primo incontro degli apripista con i tutor a Limone

Il 24 novembre si terrà a Limone Piemonte il primo dei 5 incontri tra gli apripista e i tutor territoriali e didattico previsti dal progetto.

Quali sono gli obiettivi di questi incontri?

a) far conoscere il territorio dove lavoriamo (territorio alpino tra Cuneo e Nizza);
b) condividere con i tutor desideri e proposte su come scambiare conoscenze tra pari e apportare contributi al progetto dal punto di vista  formativo e dal punto di vista della sostenibilità/logistico
c) colloquio individuale con tutor didattico su come è andato l'inizio del percorso formativo e sulle proprie aspettative


La giornata si svolge dalle 10.00 alle 18.00 e sarà cadenzata da momenti diversi:


1 Presentazione da parte dei tutor territoriali dei risultati della ricerca sul territorio (caratteristiche culturali, geografiche, storiche e antropologiche)

2 Testimonianza di 2 apripista del territorio 

3. Lavoro in gruppo

4 Presentazione di progetti sul territorio precedenti a Terract 


5 Tavola rotonda

6 colloquio individuale con il tutor didattico

Calendario incontri di formazione

Si avvicina la prima formazione di ottobre. Ecco il calendario degli incontri formativi del 2018 e 2019.

> Calendario completo 2018-2020

    Laboratori formativi

    1. 10/11/12/13 OTTOBRE 2018
      GAIOLA & TORINO

      - 10/11 ottobre: workshop - Gaiola:
      Workshop sull'espressione teatrale (uso del corpo e della voce, movimento nello spazio), sulla costruzione del gruppo e sulle life skills
      - 12 ottobre: conferenza internazionale - Torino
      Conferenza Internazionale "Arte e Comunità: modelli europei di audience engagement e inclusione sociale"
      - 13 ottobre: workshop - Gaiola

    2. 12 /13 GENNAIO 2019
      Sabato: 10h00/19h00 ; Domenica: 9h00/18h00 
      BREIL sur ROYA/AIROLE - FRANCIA

      Workshop sull’animazione di comunità 


    3. 16/17 FEBBRAIO 2019
      Sabato: 10h00/19h00 ; Domenica: 9h00/18h00 
      SAN DALMAZZO /TENDA / BRIGA (VALLE ROYA) - FRANCIA
      Workshop sul recupero delle fonti e la capacità di "far parlare" le testimonianze

    4. 22/ 23/24 MARZO 2019
      Venerdì, 14h30 / 20.00; Sabato: 10h00/19h00 ; Domenica: 9h00/18h00 
      VERNANTE - ITALIA
      Workshop sulla trasformazione e la valorizzazione degli spazi

    5. 3/ 4/5 MAGGIO 2019
      Venerdì, 14h30 / 20.00; Sabato: 10h00/19h00 ; Domenica: 9h00/18h00 
      NIZZA - FRANCIA
      Workshop sulla drammaturgia


    6. 21/22 SETTEMBRE 2019
      Sabato: 10h00/19h00 ; Domenica: 9h00/18h00 
      CUNEO
      Restituzione del 1° cantiere teatrale estivo

     

    Cantieri teatrali estivi

    - 1/18 agosto 2019 a Limone Piemonte (Italia)

    1 incontro di formazione: Gaiola (CN), 10-13 ottobre 2018

    Siamo giunti al primo incontro della formazione biennale di Terract. Da mercoledì 10 a sabato 13 ottobre i 30 giovani "apripista" selezionati - 15 francesi e 15 italiani - si incontreranno a Gaiola (Cuneo) per un workshop residenziale presso il Centro Polifunzionale la Gramigna. La formazione (gratuita per i partecioanti, così come vitto e alloggio) sarà così suddivisa:

    MERCOLEDì 10 OTTOBRE
    14.00- 18.00: introduzione dei 3 partners formativi e workshop

    GIOVEDì 11 OTTOBRE
    9.00-13.00: workshop
    13.00-14.00: pranzo
    14.00-18.00: workshop
    20.00-23.00: serata presso il Centro Polifunzionale la Gramigna

    VENERDì 12 OTTOBRE
    7.30: partenza in bus da Gaiola, in direzione di Torino
    9.00-13.00: partecipazione alla conferenza internazionale "Arte e Comunità". Incontro su "Audience engagement: format europei di arte e comunità".
    Sede: Rinascimenti Sociali, via Maria Vittoria 38, Torino
    13.00-14.30 pranzo
    14.30-17.30 partecipazione alla conferenza internazionale "Arte e Comunità". Incontro su "Audience engagement e cultural heritage: il ruolo dei giovani e delle comunità".
    Sede: Sala delle Colonne, Piazza Palazzo di Città 1, Torino
    18.00: ritorno in bus a Gaiola

    SABATO 13 OTTOBRE
    9.00-13.00
    : workshop